Stai progettando la segnaletica per la tua azienda? Non commettere questi cinque errori!

In questo articolo descriveremo alcuni dei più frequenti errori che possono inficiare la comunicazione aziendale. Questo rende difficile la comprensione dei messaggi o addirittura può rivelarsi un cattivo biglietto da visita dell’azienda stessa.

1. Utilizzo di loghi ed immagini a bassa risoluzione

A volte per fretta, a volte per superficialità, si investe molto nella struttura, nei prodotti, nel claim… e poi ci si dimentica che la prima immagine in un’azienda è proprio l’immagine. Che si tratti del logo aziendale o di immagini descrittive, non dovrebbero mai essere a bassa risoluzione. cosa c’è di peggio di quello spiacevole effetto “sgranato”? Un buon logo aziendale dovrebbe essere in tracciati così da potersi adattare a qualsiasi formato ed essere corredato dalla giusta percentuale di colori della propria azienda (in CMYK o in pantoni).

2. Testi poco leggibili

Immaginate di dovervi recare in ospedale e trovarvi davanti ad un pannello segnaletico di questo tipo e probabilmente siete ancora nella vostra auto: riuscireste a leggere tutto il testo? Quanto impieghereste? Vi avvicinereste a leggere tutte le indicazioni? Probabilmente no. Una corretta indicazione deve essere immediata e leggibile. Un automobilista davanti ad un segnale del genere a malapena si accorgerà che è il benvenuto e che non potrà fumare.

3. Troppe informazioni

Disseminare di indicazioni un percorso, raggruppando troppe informazioni può essere controproducente. Eppure a volte per problemi di spazio o per sfruttare luoghi strategici, sembra che sia inevitabile. Per non rischiare di creare confusione nell’utente, sarebbe più corretto cercare almeno di separare la segnaletica di sicurezza  da quella direzionale. Infine: evitare qualsiasi messaggio ridondante, a meno che non si voglia comunicare la sensazione di essere a Las Vegas…

4. Rapporto non corretto distanza/dimensione

La segnaletica, soprattutto la segnaletica di sicurezza, segue dei rigorosi parametri che non riguardano solo la forma, il simbolo e il colore. Una caratteristica imprescindibile è proprio nella leggibilità. Esistono tabelle specifiche per ogni formato: immaginate l’indicazione dell’uscita di emergenza, affinché io possa notarla in caso d’incendio, da quanti metri dovrei essere in grado di individuarla? Questa è la considerazione che si dovrebbe tenere in mente quando si sceglie un formato per la propria segnaletica, evitando di farsi guidare solo dall’estetica.

5. Informazioni chiave nel posto sbagliato

Supponiamo ora di avere un design perfetto, informazioni chiare e leggibili, una distribuzione efficace delle indicazioni. Come possiamo migliorare la nostra comunicazione? Una buona segnaletica aziendale è molto più di “simboli” e “segnali”. Una buona segnaletica è parte integrante di una strategia comunicativa che dialoga innanzitutto con lo spazio in cui è ospitata. Organizzare gli spazi in maniera efficace permette di ridurre la segnaletica all’essenziale. Così ogni indicazione diventa effettivamente utile. Ignorare l’uso dello spazio è un errore frequente che può inficiare qualsiasi sistema segnaletico.

5 errori da evitare per una segnaletica efficace